Oftalmopatia di Graves

Che cos’è l’Oftalmopatia di Graves?

L’Oftalmopatia di Graves, conosciuta anche come Orbitopatia Basedowiana, è una patologia di tipo autoimmune caratterizzata dall’anomala sporgenza degli occhi (esoftalmo o proptosi). Questa condizione è dovuta in realtà ad una patologia chiamata Morbo di Basedow ed è spesso associata all’ipertiroidismo. L’Oftalmopatia di Graves può colpire entrambi gli occhi ed essere simmetrica o asimmetrica.

Sintomi dell’Oftalmopatia di Graves

L’Oftalmopatia di Graves si manifesta in maniera differente a seconda dell’entità della malattia. I sintomi più comuni sono:

Le manifestazioni della patologia sono diverse a seconda della gravità della malattia. Esse includono:

  • Esoftalmo o proptosi;
  • Secchezza oculare;
  • Diplopia;
  • Dolore oculare;
  • Arrossamento e bruciore;
  • Lacrimazione abbondante;
  • Compressione del nervo ottico;
  • Sensazione di corpo estraneo negli occhi;
  • Ulcerazioni corneali;
  • Vista offuscata.

Diagnosi per l’Oftalmopatia di Graves

Per formulare la diagnosi, gli esami da effettuare sono:

  • Valutazione dell’esoftalmo o proptosi mediante RMN, TAC o esoftalmometro;
  • Ecografia orbitaria;
  • Risonanza Magnetica.

Quali sono le cause dell’Oftalmopatia di Graves?

Questa condizione autoimmune può essere influenzata da diversi fattori, come: predisposizione genetica, sesso femminile, età, disturbi della tiroide, fumo di sigaretta. Si ipotizza che sia dovuta ad un’infiltrazione di linfociti T.

Si può prevenire?

Il fumo di sigaretta rappresenta un importante fattore di rischio nei pazienti con ipertiroidismo autoimmune, per questo motivo si raccomanda, al fine di prevenire l’Oftalmotapia di Graves, di smettere di fumare.

Trattamenti per l’Oftalmopatia di Graves

La terapia varia a seconda dell’evoluzione e della gravità di questa malattia. Per le forme lievi si possono utilizzare colliri per ridurre la secchezza degli occhi ed aumentare il tono oculare ed assumere farmaci a base di corticosteroidi per ridurre l’infiammazione; ma in casi più gravi sarà necessario intervenire chirurgicamente per ridurre la compressione della cavità orbitaria.

A quale specialista rivolgersi?

In caso di Oftalmopatia di Graves è necessario rivolgersi ad un esperto in Oculistica o Endocrinologia.